“TORINO PORTA NUOVA” RAILWAY STATION

PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA ESECUTIVA

nell’ambito dell’appalto GRANDI STAZIONI per le “opere infrastrutturali complementari agli edifici di stazione”.

Responsabile commessa: arch. Daniele Stolfi

Committente: DEC S.p.A.

Le infrastrutture esterne connesse alla riqualificazione della Stazione di Torino Porta Nuova finanziate dalla Legge 21 dicembre 2001, n. 443 (legge Obiettivo) sono rappresentate da:

A – Via Sacchi – Sistemazioni esterne alla stazione

B – Via Sacchi – Parcheggio Interrato (4 livelli)

C – Via Nizza – Sistemazioni esterne alla stazione

Gli interventi ricadono in parte in area di proprietà RFI ed in parte in area comunale.

Più in particolare gli interventi prevedono:

La realizzazione di un parcheggio interrato di 4 livelli e la sistemazione dell’area esterna e limitrofa all’ingresso laterale della stazione su Via Sacchi attraverso la realizzazione di un nuovo molo pedonale di collegamento tra la stazione e le fermate dei mezzi pubblici, di un’area di sosta dei taxi e di un parcheggio interrato; la sistemazione dell’area adiacente il Fabbricato Viaggiatori su Via Nizza che comprende la realizzazione di due parcheggi a raso, uno a pagamento e l’altro di servizio, e la creazione di un Kiss & Ride nell’ area sottostante i portici del Fabbricato Viaggiatori unitamente ad un’area per la sosta dei taxi.

A – Via Sacchi – Sistemazioni aree esterne alla stazione

L’area è stato organizzata, lungo l’intero fronte dell’ala laterale della stazione, come una grande piazza pedonale attrezzata che include due aree destinate all’arrivo e partenza taxi.

Dei 5.079 mq complessivi, 3.000 mq circa, sono dedicati a verde e spazi pubblici.

Tutta la superficie sovrastante il futuro parcheggio interrato dell’esistente piazzale prospiciente l’ala laterale del Fabbricato Viaggiatori su Via Sacchi, attualmente utilizzato per la sosta privata, verrà riorganizzato con la realizzazione di una ampia zona pedonale di distribuzione sia al parcheggio taxi sia alla nuova fermata tram e collegata direttamente con l’ingresso laterale del Fabbricato Viaggiatori.

La realizzazione degli interventi prevede la rimozione della pavimentazione esistente salvaguardando l’attuale binario e banchina della linea 4 del tram.

La piazza è organizzata a partire da un camminamento che, originato sul piazzale di stazione principale,  corre lungo tutto il fronte laterale del Fabbricato Viaggiatori: all’altezza dell’entrata principale dello stesso fronte il camminamento si apre su un ampio molo pedonale di distribuzione ai taxi e accoglie una delle due uscite pedonali del parcheggio interrato e prosegue per aprirsi subito dopo su un altro ampio spazio che ospita uno dei due ingressi carrabili e non al parcheggio interrato. L’area pedonale più a Ovest, che accoglie l’altro gruppo di collegamenti verticali carrabili e pedonali provenienti dal parcheggio interrato risulta separata dal camminamento dall’ area di parcheggio ed egresso dei taxi.

Il camminamento, che sarà protetto lungo il suo percorso da una pensilina in acciaio e vetro di lunghezza pari a mt 96,70, larghezza 3,78 mt, e altezza all’estradosso 3,82.

Ogni zona pedonale sarà rialzata rispetto alle corsie dedicate ai taxi di cm 15. La banchina tram sarà invece conservata secondo l’attuale altezza di cm 20.

Il progetto di sistemazione del verde propone un sistema di alberature in filari, due piattaforme a verde costituite da piante tappezzanti a crescita rapida e due vasche sempre a verde che accolgono gli alberi di ippocastano esistenti.

Infatti il rispetto per le alberature esistenti (Ippocastani maestosi e giovani Platani), ha imposto la ripiantumazione di alcuni esemplari secondo l’assetto complessivo del progetto, così da collegare visivamente tutte le parti dell’intervento e in modo da ottenere una visibilità completa su tutto lo spazio circostante le entrate laterali della stazione, su via Sacchi e via Nizza.

B – Via Sacchi – Parcheggio interrato (4 livelli)

 

La costruzione prevista è di tipo sotterraneo, chiuso, isolato e compartimentato (D.M. 1/2/86) con due rampe di accesso a cielo aperto e si sviluppa al di sotto dell’attuale piazzale laterale di stazione lato Via Sacchi su quattro livelli rispettivamente a quota -3,70 -6,57 –9,44 e –12,31 m. rispetto al piano d campagna (quota di riferimento 0,00 m. corrispondente a 238,20 mt s.l.m.).

Sulla copertura verrà realizzato il parcheggio taxi e  i percorsi ed aree pedonali  attrezzate con aree a verde.

La pianta del parcheggio, di forma rettangolare ha dimensioni complessive, inclusa la struttura portante esterna, di mt 30,00 x 118,00.

Il parcheggio è accessibile da una coppia di rampe circolari a unico senso di marcia ubicate sui fronti opposti del parcheggio,  utilizzate al fine di assicurare la completa compartimentazione per la prevenzione degli incendi, rispettivamente per l’accesso e l’egresso verso la quota stradale di Corso Vittorio Emanuele II e di Via Sacchi.

C – Via Nizza – Sistemazioni esterne alla stazione

Gli interventi prevedono, la sostituzione dell’attuale parcheggio taxi localizzato all’interno del portico di stazione con un parcheggio del tipo Kiss & Ride e un parcheggio taxi, ed il rifacimento complessivo dell’esistente area a parcheggio prospiciente il portico che verrà differenziato per tipologia di funzione.

Anche l’aiuola esistente all’angolo con Corso Vittorio Emanuele II, verrà sottoposta ad opere di riconformazione della sagoma, di rifacimento della pavimentazione ed interventi di integrazione  del verde.

Il progetto di sistemazione del verde propone un sistema di alberature in filari, e delle piattaforme verdi costituite da piante tappezzanti a crescita rapida.

Esigenze di progetto hanno condizionato e creato uno spunto interessante per l’intervento di valorizzazione delle essenze esistenti e quelle di nuova piantumazione. La scelta è stata condotta considerando alcuni fattori ambientali e climatici fondamentali, come l’esposizione, la direzione dei venti dominanti e le caratteristiche proprie del terreno, e aspetti funzionali quali la bassa manutenzione e l’adattabilità degli elementi.